Progetto di Ridistribuzione Interna ed Arredamento - Bari 1988

E’ stato necessario demolire vari tramezzi per riorganizzare gli ambienti e relativi servizi. Il piano terreno, a parte la cucina ed il servizio igienico, è un unico ambiente.
L’arredamento è pensato in modo da separare l’ingresso con mobili e armadio guardaroba  che all’occorrenza, tramite tende veneziane, soprattutto durante i pasti.
La panca fissa col tavolo è stata collocata  frontalmente alla cucina per  facilitare il servizio

La zona soggiorno è disposta così da agevolare l’accesso alle due rampe di scale, l’una al piano superiore della zona notte e l’altra al piano inferiore destinata a zona salotto e relax.

Quest’ultima è stata strutturata in modo tale che, arrivati alla fine della rampa, si ha già la visuale dell’intero ambiente, in particolare della parete attrezzata sovrastata da un controsoffitto sagomato dotato di lampade al neon per nascondere il taglio netto dovuto all’abbassamento di quota.

Il salotto è delimitato da mobili che si prolungano fino al sottoscala, generalmente non sfruttato.
L’ambiente è dotato anche di tavolo da gioco e angolo lettura alle spalle di quella parte della parete attrezzata che funge da disimpegno dell’adiacente cantina e zona caldaia.

Al primo piano la distribuzione della zona notte intende valorizzare tutto l’ambiente inglobando grazie ad una porta scorrevole un angolo studio provvisto di armadi e asse da stiro a scomparsa così da sfruttare al meglio tutto lo spazio.

La  seconda camera per ragazzi è stata realizzata nel piano mansarda. La parete attrezzata qui è stata collocata fin dove l’inclinazione del tetto ne permette l’utilizzo ad un adulto e dietro questa è stato creato uno spazio per i giochi destinato ai bimbi.

 

[ inizio pagina ]