Struttura modulare di arredo. (Patent pending)

Generalmente si usa accostare alle spalle di un divano un mobile basso con altezza quasi equivalente a quella dello schienale, per suddividere un ambiente, di applicare delle mensole alla parete per distanziare il divano da essa.
Il presente trovato soddisfa quest’esigenza, infatti è dotato di una struttura che permette l’alloggiamento (alle spalle dello schienale) di contenitori dalle svariate forme e dimensioni, anche estraibili, dove deporre riviste, oggetti etc. e ne caratterizza la forma.

Se accostato alla parete, permette di utilizzare i contenitori estraendoli lateralmente e di riporre oggetti sul piano; se invece non accostato alla parete, consente di utilizzare tutto il vano frontalmente come un normale mobile con ante o a giorno.
Dunque permette composizioni articolate e varie, secondo criteri di funzionalità, consentendo un utilizzo migliore degli spazi vicini.
Se composto con altri elementi di raccordo, per esempio degli angolari, la struttura consentirebbe di accostare più divani ad L oppure gli stessi  schienali e di inserire altri elementi come poggia oggetti ai laterali dei braccioli, lampade, etc.
Ciò ne consentirebbe un utilizzo anche negli spazi pubblici di attesa.

 

[ inizio pagina ]