Urso
Progetto di miglioramento e diversa distribuzione interna dei locali di ristorazione ed arredamento - Catania 2001
Per visualizzare i disegni sotto elencati scaricate il plug-in Autodesk® Design Review dal sito web Autodesk® Inc. Autodesk Design Review Free
Elaborati
Vedi
Piante
Disegno
Prospetti
Disegno
Sezioni
Disegno
Descrizione

Il progetto, in base alle richieste del cliente e all’annessione dei nuovi locali, ha reso necessaria una nuova distribuzione dell'intero locale, a beneficio di tutte le zone, particolarmente della zona cucina e di quegli spazi di lavoro e di manovra indispensabili per una corretta distribuzione dei percorsi del personale, allo scopo di migliorare il lavoro e garantire un più efficiente servizio, e infine un ampliamento dello spazio riservato ai tavoli.

In questo tipo di intervento, le giuste scelte funzionali permettono:

  • di evitare ai clienti la percezione di uno spazio caotico, soprattutto nei momenti di maggiore affluenza, di suddividere gli stessi tra chi è in attesa e chi è al tavolo;
  • un migliore servizio da parte del personale dalla cucina verso la sala evitando l’intralcio con il cliente in movimento;
  • una migliore organizzazione della cucina e una migliore suddivisione dei ruoli degli operatori addetti alla preparazione e lavaggio e di quelli al servizio ai tavoli; 
  • ai fini della gestione economica, una migliore organizzazione e riduzione del personale, quindi considerevoli risparmi economici.
Progetto

L'annessione dei due locali al ristorante consentirà una nuova distribuzione interna tesa a migliorare le funzioni cui sono destinati, ed è organizzata su una superficie complessiva interna netta di mq 170 circa che era invece di mq 100 circa prima dell’intervento.

L'ingresso sarà lo stesso dell'attuale, via S. Filomena n. 35/A. Varcato detto ingresso ci troviamo nella zona attesa che sarà provvista di sedute fisse oppure mobili.

Tale spazio, necessario ad intrattenere la clientela, si rende ancor più utile nei momenti di maggiore affluenza evitando disturbo alla clientela che sta già consumando e al personale di servizio e facilitando i movimenti verso la sala e il servizio igienico

A diretto contatto, a sinistra, ci sarà il bancone, prima dell’intervento a ridosso dell’ingresso,  che sarà attrezzato, nella parte di fronte all'ingresso, con computer e cassa; questo consentirà all'operatore il controllo dell'intera sala e quindi della clientela .

Il resto del bancone sarà attrezzato ad uso bar.
Esso sarà adeguatamente e proporzionalmente inserito tra i preesistenti archi, e presenterà delle decorazioni e dei finti sopraluce per richiamare i detti archi; naturalmente sarà provvisto di adeguata illuminazione.

Sarà delimitato da una paretina fissa ad L, che permetterà di disimpegnarlo dall'accesso ai servizi igienici e nel contempo di creare una netta separazione dei due spazi.
Dunque, nello spazio antistante al bancone, sarà possibile, durante l'attesa, consumare qualche bevanda o altro.
Dal detto disimpegno vicino al bancone si accede alla nuova zona servizi, inserita nel piccolo locale da annettere, con adeguato antibagno.

Sulla destra della bussola, sulla parte confinante con l'altro immobile da annettere, verranno realizzate le due nuove aperture.
La prima sarà finestra e permetterà la visuale dell'ambiente adiacente sia all'operatore che si trova al bancone per il controllo e sia ai clienti che entreranno.

La seconda sarà un vero è proprio passaggio all'immobile adiacente sia per i clienti che per il personale di servizio.
La fusione con l'immobile adiacente avviene attraverso le citate aperture, ma soprattutto con il disegno continuo sui pavimenti dei due ambienti che parte dalla sala esistente e attraversa il varco fino a raggiungere la parete opposta a mò di corridoio, agganciando il camino collocato all'angolo e l'elemento scenografico posto accanto, che potrebbe essere una specchiera così che il cliente percorrendolo possa percepire la continuità dei due ambienti.

Questo motivo sarà ripetuto sul tetto con elementi lignei posti nella stessa direzione del corridoio visivo contraddistinto dal diverso disegno del pavimento cosa questa che rafforzerà la scenografia.

Tra i due elementi lignei vi sono i due lucernari, la cui presenza contribuirà allo stesso scopo e garantirà il necessario ricambio dell'aria anche se le porte sul prospetto esterno dovessero rimanere chiuse.

Altri elementi di arredo ai fini della ristorazione saranno il buffet degli antipasti, l'espositore del pesce, i mobiletti che saranno usati come office per il servizio dei tavoli della nuova sala.

Nella sala esistente si è mantenuta l'attuale architettura, i mattoni sotto le arcate esistenti, il caratteristico e pittoresco balconcino; la pittura sarà rifatta in spatolato veneziano e probabilmente verrà mantenuto il colore esistente.

[ inizio pagina ]