Porto Turistico

Architettura turistica con struttura portuale galleggiante, a riflessione d’onda, con posti barca contrapposti al litorale - 1999

Del presente brevetto sono stati ceduti,  con regolare atto pubblico, i diritti di sfruttamento a terzi.

La particolarità di questo trovato è che consente di costruire strutture portuali con relative infrastrutture turistiche in corrispondenza di localizzazioni marine prive di insenature e golfi adatti alla realizzazione di rade naturali e si basa sulla realizzazione di antemurali galleggianti, atti alla costituzione di dighe riflettenti.

In alternativa, la sola struttura ricettiva, anche smontabile così da non creare problemi là dove esistono vincoli paesaggistici e tutela dei litorali, è stata pensata, soprattutto, per essere utilizzata anche nei porti tradizionali, al posto delle normali infrastrutture del territorio, valido soprattutto per quelle zone mediterranee turisticamente sature.

A differenza di quanto specificato nel brevetto, la struttura ricettiva con i relativi servizi invece andrà collocata sulla terraferma e rivolta verso il mare.

Mantenendo il concetto di raggiungimento della struttura ricettiva direttamente dal mare attraverso i canali predisposti con un’imbarcazione, e la possibilità per il cliente di raggiungere direttamente la sua barca nel molo vicino.

Stesso concetto che è stato applicato nei centri turistici invernali in cui dall’albergo gli utenti escono direttamente con gli sci ai piedi per andare sulle piste evitando di raggiungere gli impianti di risalita percorrendo distanze anche notevoli.

Questo permetterebbe di vivere intensamente il porto e sarebbe di grande richiamo turistico.

 

[ inizio pagina ]