Urso
Progetto di un “Centro diurno di assistenza ed incontro per minori, inabili ed anziani”- Catania 2000
Per visualizzare i disegni sotto elencati scaricate il plug-in Autodesk® Design Review dal sito web Autodesk® Inc. Autodesk Design Review Free
Elaborati
Vedi
Piante
Disegno
Prospetti
Disegno
Sezioni
Disegno
Demolizione e ricostruzione
Disegno
Pensilina
Disegno
Particolare bagno disabili
Disegno
Descrizione

Due componenti essenziali hanno condizionato il progetto:

  • la natura dell’edificio con la sua struttura e la distribuzione di tipo abitativo.
  • la nuova struttura di tipo pubblico.

Ripensare il nuovo assetto in funzione della nuova destinazione ha richiesto un particolare e attento studio perché, oltre alla nuova distribuzione interna con l’idonea individuazione dei nuovi ambienti, bisognava creare degli spazi soprattutto quelli dove si concentrano di più i movimenti degli utenti e cioè le zone di smistamento, collegamento verticale (scale e ascensori), reception, attesa etc, con un corretto dimensionamento e una corretta proporzione degli spazi per raggiungere quell’equilibrio tale da conferire agli ambienti armoniosità compositiva.

Far percepire all’utente le caratteristiche tipiche di un ambiente pubblico ma senza quella freddezza  che spesso capita di trovare in questo tipo di strutture, al contrario un ambiente accogliente e caldo e il più piacevole possibile.     

Stato di fatto

Il fabbricato era destinato ad abitazione.

L’immobile ha grandi e sporgenti fregi in pietra bianca di Siracusa che lo caratterizzano interamente dandogli un aspetto oltremodo piacevole e decoroso, ed è caratterizzato da un’ampia terrazza frontale ed una laterale, più piccola, abbellite sulle balaustre da torrini in pietra arenaria scolpita e da una ringhiera in metallo forgiata a disegno floreale, oltre a vasi in terracotta posti sui torrini.

L’edificio presenta una sagoma regolare, caratterizzata da una parte da tre elevazioni alle quali si affiancano le altre due ad un solo livello con copertura a terrazze.
Il tetto è a padiglione, costituito da capriate in legno con sovrastante trave di colmo e compluvi, e manto di tegole siciliane.

Il giardinetto ha una superficie di circa 530 mq.
L’intero giardino è delimitato da una recinzione con una base spessa sovrastata da colonnine intervallate da piloni che si interrompe ad un certo punto lasciando spazio alle balaustre dei davanzali che proseguono a perimetrare il restante edificio

Progetto

La nuova destinazione, quella di un Centro diurno di assistenza ed incontro per minori, inabili ed anziani”, inteso come struttura autonoma, ha determinato una nuova distribuzione interna, che assolva a tutte le funzioni ad essa attribuita, la quale è organizzata su una superficie interna netta di mq 300 circa.

Il nuovo ingresso, quello principale, è stato scelto in posizione baricentrica; a questo si accederà dalla cancellata di via Duca degli Abruzzi attraverso un percorso pedonale.
Varcato l’ingresso ci troviamo nella sala di attesa, a diretto contatto, a sinistra, con gli ambienti della segreteria e coordinamento, provvista di una piccola reception, principale punto d’informazione, ed il servizio sociale; a destra, la zona di smistamento per l’accesso agli altri due livelli, con l’area servizi e la sala adibita a giochi, svago e Tv, ad uso collettivo; di fronte, ci troviamo in un’altra zona di smistamento per l’accesso ad altri due ambienti, precisamente al locale pluriuso per parrucchiere, barbiere e pedicure e alla sala ad uso collettivo, per riunioni, conferenze e cinema.

La zona servizi e il corpo scala si trovano nella parte dell’edificio che si sviluppa su tre livelli , il resto degli ambienti citati si trovano tutti al piano terra.
E su questa parte dell’edificio, che si sviluppa in altezza, è inserito il nuovo corpo scala e il vano dell’ascensore e i servizi igienici.

Al primo piano vi è il locale adibito ad ambulatorio, per gli interni, con annesso servizio igienico e saletta di attesa.
Al secondo piano vi è l’ambiente bar-ristoro, ad uso collettivo, con annesso deposito a dispensa; il corridoio presenta uno slargo antistante all’accesso al bar, dove potranno essere inserite delle sedute, allo scopo, soprattutto, di facilitare i movimenti verso le uscite delle due terrazze, verso il servizio igienico e i percorsi verticali.

Le due terrazze potranno essere attrezzate a ristoro all’aperto con tavolini e sedie ed ombrelloni, fruibili durante la lunga stagione estiva, naturalmente illuminati anche artificialmente in maniera adeguata.

[ inizio pagina ]